top of page

Lettera aperta a tutti i Soci del Guzzi Club Fiorenza


Cari Soci


Sperando che possiate perdonare se questa lettera arriva dopo un mese dalle elezioni del nuovo consiglio direttivo, se non è stata scritta prima e se per questo, i ringraziamenti per la Vostra fiducia arrivano un po’ in ritardo.


Credendo che possiate immaginare che nel frattempo siamo stati un po’ occupati con l’organizzazione del Boja Che Djaccio, con l’impostazione del Club con il nuovo Consiglio Direttivo, e con il cominciare a pensare alla strada da prendere a lungo termine, e anche alle cose da fare per questo anno in corso.



Per prima cosa desideriamo ringraziare i membri del Consiglio Direttivo uscente per il lavoro svolto fino ad ora. Raccogliamo i frutti di quel che è stato seminato fino ad adesso per continuare a seminare insieme per il futuro del Fiorenza.


Ringraziamo tutti i soci per la fiducia espressa con le Vostre preferenze durante le elezioni e per l’alta affluenza. Questo è un segno tangibile che la voglia di partecipare e l’interesse verso il Fiorenza è forte, che non siamo solo una compagnia di motociclisti messi insieme, ma abbiamo un obiettivo comune che è quello di stare insieme e mandare avanti la nostra associazione.

Per questo vi ringraziamo uno per uno.


Oltre a ringraziarvi, con questa lettera desideriamo rendervi partecipi di quali sono le nostre intenzioni per l’immediato, per il lungo termine, ma anche di come è impostato il Club in termini di decisioni e posizioni.


Il nuovo Consiglio Direttivo sta impostando la rotta tenendo conto di tutto quello che siamo e siamo stati, e pensando a quello che potremo essere.


La nostra rotta parte però da un principio fondamentale: La condivisione delle intenzioni.

Per questo avremo bisogno di Voi tutti, e per questo sarete chiamati ad aiutarci nelle organizzazioni, a condividere le scelte da fare durante questo cammino per arrivare al punto di crescere come Club, come numero di Soci, e come rapporti con gli altri Club, mantenendo i nostri amici di oggi, espandendoci verso gli amici di domani.


Il Consiglio Direttivo, formato di cinque membri eletti, ha il compito, oltre di amministrare legalmente il Club, anche quello di scremare le decisioni veloci, quelle che per causa di forza maggiore, per necessità di tempi, sono fisiologicamente da prendere in tempi brevissimi.

Per le decisioni invece che coinvolgono tutto il club, la sua vita ed il suo svolgimento sarete tutti chiamati ad esprimere opinione


Ma anche per le organizzazioni dei nostri eventi storici sarete coinvolti sui luoghi, sulle logistiche, sui percorsi.


Per il Boja Che Djaccio non è stato così, ma, accavallandosi varie cose tutte insieme, tra cui, il Toy Run, la cena di Natale, l’open Day di gennaio, i tesseramenti, la ricerca di nuovi sponsor e la conferma di quelli già in essere, l’insediamento del Consiglio Direttivo e chi più ne ha più ne metta, siamo arrivati a conclusione che i tempi erano stretti e le decisioni dovevano essere celerissime.


Ma confidiamo sul fatto che questa sia una eccezione.


Tornando alla rotta per il futuro:

Come abbiamo detto, per andare avanti abbiamo bisogno di tutti, siamo un bel gruppo di persone, abbiamo un certo affiatamento e abbiamo le carte in regola per fare piccole e grandi cose.


Faremo gite lunghe, raduni, eventi di beneficenza, ma anche semplici girate fuori porta da una giornata.


Andremo a trovare gruppi e Club amici, ma faremo anche nuove amicizie.


Siamo un bel gruppo e saremo anche più numerosi.


In un gruppo numeroso è fondamentale avere rispetto reciproco ed importante mantenere dei buoni rapporti.


Il Consiglio Direttivo non ha solo compiti decisionali e organizzativi, ma ha anche il compito di gestire e risolvere eventuali problematiche che possono scaturire tra i membri del Club.


Sperando che questo debba accadere raramente, vi chiediamo di condividere con noi qualsiasi dubbio o perplessità verso una qualsiasi problematica o divergenza in modo da cercare una soluzione adatta a tutti.


Perché l’obiettivo è crescere e creare associazione, ed ogni socio perso è una sconfitta per tutti noi.


Con questa lettera speriamo di aver spiegato quali sono le nostre intenzioni, quale sarà il nostro modo di impostare questo Club da ora in avanti e dove vogliamo andare.


Sperando di avere tutto il vostro supporto possibile, sia a livello partecipativo che organizzativo, per quello che siete in grado ed avrete voglia di dedicare al Guzzi Club Fiorenza.


Vi ringraziamo tutti per essere in questo Club, per tutto quello che fate, per tutto quello che ci date e per la compagnia, le risate, il divertimento e il buon tempo che passiamo insieme.


Il Consiglio Direttivo.


Buonanno Fabio

De Iasi Roberto

Coronella Pietro

Branca Franco

Buono Diego

72 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

תגובות


bottom of page